Home Page » I legni
Condividi

I legni



Diverse essenze. Diverse passioni. Diversi contesti. Diverse personalità. 



Il legno è un materiale vivo, caldo e affascinante, capace di stimolare i sensi.
Al tatto ha una temperatura simile a quella del corpo umano. Alla vista le sue venature e le sue sfumature cromatiche lo rendono unico e insuperabile in fattore di eleganza.
La versatilità del parquet spiega perché questo materiale abbia un ruolo insostituibile da sempre, donatagli dalle sue particolari venature, dai toni calditoni fredditoni chiaritoni scuri.
 
Per Magri Parquet ogni pavimento in legno ha la sua anima, che vivrà con voi. Abiterà la vostra casa, vi rispeccchierà e la sua essenza la rappresenterà, caratterizzandola in maniera unica. Come unici siete voi.
La scelta del parquet imprimerà nel vostro vivere un sapere nuovo, unico e irripetibile.

Per quanto riguarda la materia prima, Magri Parquet acquista i tronchi direttamente in foreste europee certificate FSC: questo consente di avere il massimo controllo sulla qualità della provenienza del legno e inoltre garantisce la gestione responsabile del patrimonio forestale.
Anche le altre materie legnose adoperate (abete e pannelli in multistrato di betulla), sono acquistate unicamente da aziende che garantiscono e certificano la massima qualità e il marchio FSC.
Gli altri prodotti utilizzati per la produzione (collanti, stucchi e prodotti per le finiture) sono forniti da aziende primarie e sono assolutamente esenti da sostanze tossiche o nocive.

Di seguito un elenco delle tipologie di legno pregiato utilizzati dalla Magri Parquet:

Acacia

Nome botanico: Robina pseudoacacia
Origine: Europa centrale
Colore e fibratura: La tonalità non è uniforme a causa della presenza di fluorite.
L’alburno si presenta giallo, mentre il durame bruno o bronzeo con tessitura media
e fibratura diritta, l’ossidazione conferisce un colore caldo bruno-rosato.
Ossidazione: Bassa
Densità kg/m³: 770
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 771
Durabilità all'esterno: Ottima
Nervosità: Media 
Ritiro: Medio

Acero

Nome botanico: Acer saccharum e Acer Nigrum
Origine: Europa centrale
Colore e fibratura: Essenza dura che produce un legno dalle tinte bianco crema
intervallate da tonalità rosate; gli alberi dal fusto più largo possono
presentare un durame bruno cupo.
Tuttavia, possono avere anche una fibratura aggrovigliata od ondulata che produce
un pregevole effetto visivo.
Ossidazione: Molto bassa
Densità kg/m³: 615
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 476
Durabilità all'esterno: Scarsa
Nervosità: Abbastanza elevata
Ritiro: Medio elevato

Afromosia

Nome botanico: Afrormosia eleta
Origine: Africa occidentale, in particolare Repubblica del Congo/Nigeria
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione che varia dal bruno dorato al bruno più cupo,
con l’esposizione alla luce; l’alburno è stretto, di colore più chiaro e nettamente differenziato. 
La tessitura è moderatamente fine, la fibratura varia da rettilinea ad intrecciata; è simile al Teak. Colorazione uniforme.
Ossidazione: Alta
Densità kg/m³: 760
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/
cm²: 806
Durabilità all'esterno: Ottima
Nervosità: Media
Ritiro: Medio

Bubinga

Nome botanicoGuibourtia tessmannli
Origine: Africa, in particolare Gabon, Camerun, Repubblica Democratica del Congo
Colore e fibratura: Fibratura mista. La sua colorazione varia dal bruno rossiccio medio
a scuro con venature violacee, anche se in alcuni casi sono leggermente più chiare.
Ossidazione: Alta
Densità kg/m³: 900
Stabilità dimensionale: Bassa
Durezza Janka kg/cm²: 1093
Durabilità all'esterno: Scarsa
Nervosità: Media
Ritiro: Medio

Cabreuva Incienso

Nome botanico: Myrocarpus fastigiatus
Origine: America Centrale, Paraguay, Argentina, Brasile
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione che varia dal bruno dorato al bruno più cupo
con l’esposizione alla luce; l’alburno è stretto, di colore più chiaro e nettamente differenziato.
La tessitura è moderatamente fine, la fibratura varia da rettilinea ad intrecciata.
Ossidazione: Medio alta
Densità kg/m³: 915
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 1088
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Media
Ritiro: Medio

Cabreuva Vermelha

Nome botanico: Myroxylon balsamum
Origine: Sud America Centrale
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione bruno-rossastra tendente al rosso scuro o
al violaceo con l’esposizione alla luce; varia da abbastanza uniforme a rigato; è nettamente
differenziato dall’alburno che invece è bianco. È caratterizzato da una lucentezza medio-alta,
una tessitura media ed una fibratura tipicamente intrecciata.
È privo di un sapore distintivo, ma può presentare un piacevole odore speziato.
Ossidazione: Bassa
Densità kg/m³: 915 
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 1088
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Media
Ritiro: Medio

Ciliegio Europeo

Nome botanico: Prunus Serotina
Origine: Europa centrale
Colore e fibratura: L'alburno è stretto e giallastro, mentre il durame è bruno rosato
che si accentua notevolmente con la stagionatura e l'invecchiamento.
Ossidazione: Medio alta
Densità kg/m³: 560
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/cm²: 521
Durabilità all'esterno: Scarsa
Nervosità: Medio bassa
Ritiro: Medio basso

Doussié

Nome botanico: Afzelia bipindensis
Origine: Africa orientale e occidentale
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione dal rosso salmone al bruno arancio
che ossidando può diventare ramato o bruno rossiccio.
La fibratura è spesso intrecciata o leggermente ondulata.
Ossidazione: Elevata
Densità kg/m³: 805
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/cm²: 821
Durabilità all'estarno: Buona
Nervosità: Bassa
Ritiro: Basso

Faggio Evaporato

Nome botanico: Fagus sylvatica
Origine: Europa centrale
Colore e fibratura: Il durame è principalmente roseo bruno chiaro.
La fibratura è normalmente stretta e dritta, con tessitura regolare.
Ossidazione: Bassa
Densità kg/m³: 710
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 658
Durabilità all'esterno: Scarsa
Nervosità: Medio alta
Ritiro: Medio alto

Iroko

Nome botanico: Chlorophora excelsa e Chlorophora regia
Origine: Africa orientale ed occidentale
Colore e fibratura: Bruno cupo e miele dorato. Fibratura principalmente dritta.
L’Iroko è più duro ma leggermente meno resistente del Teak.
Entrambi i legni sono impiegati nella produzione di arredo per esterno.

Ossidazione: Elevata 
Densità kg/m³: 660
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/
cm²: 571
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Media
Ritiro: Basso

Jatoba

Nome botanico: Hymenaea Courbaril
Origine: America centrale e meridionale
Colore e fibratura: Gli elementi in legno di Jatobá possono contenere concrezioni 
minerali con colorazione dal biancastro al giallo limone, accentuata stonalizzazione 
che aumenta con l'ossidazione. Ogni elemento in legno, della medesima specie 
legnosa, possiede un aspetto originale ed unico, che dipende dalle caratteristiche 
climatiche e mineralogiche del luogo di accrescimento della pianta di provenienza.
Ossidazione: Media
Densità kg/m³: 910
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 1220
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Alta
Ritiro: Medio

Larice

Nome botanico: Larix decidua
Origine: Europa centrale
Colore e fibratura: La tessitura è medio-fine, la fibratura per lo più diritta. 
Presenta alburno bianco giallastro e durame bruno rossastro molto resinoso. 
Pregevoli doti di questo tipo di legno sono l’ottima resistenza meccanica e 
durabilità anche in ambienti poco favorevoli.
Ossidazione: Media
Densità kg/m³: 575
Stabilità dimensionale: Bassa
Durezza Janka kg/cm²: 336
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Bassa
Ritiro: Medio alto

Noce Europeo

Nome botanico: Junglas Regia
OrigineEuropa area mediterranea
Colore e fibratura: Il Noce europeo è un legno scuro con fibratura ondulata 
ed ovigliata. La sua colorazione varia da bruno dorato a bruno più cupo. 
L’alburno è biancastro. Pregevoli sono le figurazioni date dalla fibratura.
Ossidazione: Medio bassa
Densità kg/m³: 640
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/cm²: 553
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Media
Ritiro: Medio

Olivo

Nome botanico: Olea europea
Origine: Europa area mediterranea
Colore e fibratura: L’alburno è giallognolo o bruno chiaro; il durame, a contorno 
irregolare, è bruno con sfumature rosa e strisce più scure fino al nero. 
La tessitura è finissima e la fibratura molto tormentata ed irregolare.
Ossidazione: Bassa
Densità kg/m³: 990
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 1224
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Alta
Ritiro: Alto

Ovangkol

Nome botanico: Guibourtia ehie
Origine: Africa in particolare Costa d’Avorio, Ghana, Nigeria meridionale, Gabon
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione dal bruno dorato al bruno
più cupo con righe che variano dal grigio al nero. L’alburno è bianco-giallastro,
largo circa 10 cm, nettamente differenziato. Tessitura moderatamente grossolana;
fibratura variabile da dritta ad intrecciata.
Ossidazione: Elevata
Densità kg/m³: 825
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 603
Durabilità all'esterno: Bassa
Nervosità: Medio alta
Ritiro: Medio

Padouk

Nome botanico: Pterocarpus osun
Origine: Africa equatoriale
Colore e fibratura: Si presenta con alburno biancastro o giallognolo
differenziato dal durame di colore rosso vivo.
Dopo la stagionatura assume un colore rosso-bruno privo di lucentezza.
La tessitura è mediamente grossolana e la fibratura piuttosto regolare.
Ossidazione: Alta
Densità kg/m³: 770
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 739
Durabilità all'esterno: Ottima
Nervosità: Media
Ritiro: Medio basso

Palissandro

Nome botanico: Dalbergia nigra
Origine: America del sud in particolare Brasile centro-orientale
Colore e fibratura: L’alburno, che è piuttosto largo e con contorni irregolari, 
è di colore biancastro, al contrario del durame che si presenta bruno violetto 
o porporino, variegato con strisce più cupe. Per la presenza di estrattivi di 
natura oleosa nei tessuti, il palissandro conferisce alle superfici 
levigate un aspetto generale oleoso.
Ossidazione: Bassa
Densità kg/m³: 835
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/cm²: 1265
Durabilità all'esterno: Buona
Nervosità: Medio alta
Ritiro: Medio

Pero

Nome botanico: Pyrus communis
Origine: Europa centrale
Colore e fibratura: Il legno di pero è molto denso e durame ha una
colorazione dal rosato al rosso/arancio che, ossidando, può diventare
ramato o bruno rossiccio. La fibratura è spesso rettilinea o leggermente ondulata.
Ossidazione: Media
Densità kg/m³: 690
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/cm²: 753
Durabilità all'esterno: Scarsa
Nervosità: Elevata
Ritiro: Elevato

Rovere

Nome botanico: Quercus petraea
Origine: Europa
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione da bruno dorato a bruno rossiccio; 
l’alburno varia da biancastro a bruno chiaro. La fibratura è generalmente dritta e 
la tessitura grossolana. Di norma ha una lucentezza bassa ed è privo di odore o sapore 
distintivi quando essiccato. Grazie ai suoi ampi raggi, il legno presenta numerose figurazioni, 
come accade per il rovere delle zone temperate, ma con pori disposti radialmente 
od in diagonale invece che ad anello poroso.
Ossidazione: Bassa
Densità kg/ m³: 710
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/ cm²: 585
Durabilità all’esterno: Buona
Nervosità: Medio alta
Ritiro: Medio

Teak

Nome botanico: Tectona grandis
Origine: Birmania (Myanmar), Indonesia
Colore e fibratura: Il durame ha una colorazione che, con l’esposizione alla luce, 
dal giallo oro cupo diventa bruno cupo. La sua tonalità varia anche appena dopo 
la lavorazione, quando appaiono macchie e striature di varie gradazioni. 
L’alburno è giallastro pallido, nettamente differenziato. La fibratura è dritta, a volte ondulata, 
e la tessitura è grossolana ed irregolare (ad anello poroso). È opaco e risulta grasso al tatto, ma 
è profumato quando è appena tagliato.
Ossidazione: Media
Densità kg/ m³: 665
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/ cm²: 485
Durabilità all’esterno: Ottima
Nervosità: Molto bassa
Ritiro: Molto basso
 

Wenge

Nome botanico: Millettia laurentii
Origine: Africa in particolare Repubblica del Congo, Camerun, Gabon
Colore e fibratura: Il Wenge è un legno dall’aspetto molto caratteristico, con durame 
bruno cupo. Presenta venature nere strette e fini e bande bianche. Il Wenge è un legno 
ad alta densità con fibratura dritta e tessitura grossolana. Ha un colore bruno cupo 
con striature nere e bande bruno chiaro.
Ossidazione: Bassa
Densità kg/ m³: 870
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/ cm²: 875
Durabilità all’esterno: Buona
Nervosità: Medio alta
Ritiro: Medio alto


Zebrano

Nome botanico: Macroberlinia brazzavillensi
Origine: Africa occidentale, in particolare Gabon e Camerun
Colore e fibratura: Lo Zebrano è di norma venduto in tranciato sul quarto per risaltare 
al massimo il motivo a strisce che dà il nome a questo legno. Con le caratteristiche 
bande bruno-nere che si alternano su uno sfondo color tannino, 
lo Zebrano è un legno usato principalmente a scopo decorativo.
Ossidazione: Media
Densità kg/ m³: 805
Stabilità dimensionale: Media
Durezza Janka kg/ cm²: 830
Durabilità all’esterno: Scarsa
Nervosità: Medio alta
Ritiro: Medio

Merbau

Nome botanico: Intsia Bijuga, Intsia Palembanica
Origine: Asia
Colore e fibratura:
Ossidazione:
Media
Densità: 815
Stabilità dimensionale: Elevata
Durezza Janka kg/ cm²: 834
Durabilità all’esterno: Ottima
Nervosità: Bassa
Ritiro: Basso

Ipè Lapacho

Nome botanico: Tabebuja
Origine: America del sud Brasile, Paraguay, Bolivia
Colore e fibratura:
Ossidazione:
Discreta
Densità kg/ m³: 1100
Stabilità dimensionale: Bassa
Durezza Janka kg/ cm²: 1592
Durabilità all’esterno: Ottima
Nervosità: Medio alta
Ritiro: Medio alto




 
      info@magriparquet.it | P.I. 03620120166 | PRIVACY POLICY| LINK UTILI |COOKIE POLICY
Copyright © 2013 Sostanza® S.r.l.